Creiamo il filo dai fili...

  • Home
  • Creiamo il filo dai fili...
La nostra «materia prima» è il singolo filo: abbinando più fili con tecniche specifiche, otteniamo il filato che abbiamo progettato.

Torcitura
La prima tecnica di lavorazione del filo è la torcitura che consiste nel girare (torcere) su se stesso un unico capo di filo.
Con l’aumentare dei giri, il filo acquisisce una maggiore tenacità per essere più facilmente lavorato in tessitura (fino ad 800 giri per metro) e con un numero di giri ancora maggiore cambia anche aspetto visivo e tattile, così da risultare «scivoloso e setoso» oppure «ruvido e crespo».

Spiralatura e binatura
La seconda tecnica di lavorazione mette insieme due o più capi di filo.
Si utilizzano due metodi: il primo, la spiralatura, consiste nel far girare un filo intorno a un altro: in sostanza un filo fa da cosiddetta anima e un altro fa da legatura; il secondo, la binatura, prende due fili e li ritorce in parallelo.
Ovviamente queste operazioni possono essere effettuate con due o anche più filati ed i filati utilizzati possono essere lisci oppure già ritorti in una prima lavorazione: il che rende pressoché infinite, le nostre possibilità creative.

Tecniche speciali
Durante la spiralatura si può anche modificare il numero dei giri del capo esterno sull’anima: si creano, così, sul filato finale gli effetti di rilievo quali fiamme, nodini, vrillè, ecc. In questo caso non si parla più di filati spiralati, ma di filati fantasia.

Come progettiamo i nostri filati
Ovviamente il punto di riferimento è il mercato: lo monitoriamo attraverso il reparto commerciale.
I nostri mondi di riferimento sono quelli della moda e del tessuto tecnico.
La moda cerca sempre cose nuove, il mondo del tessuto tecnico vuole sempre filati migliori, più resistenti e facili da lavorare. In entrambi i casi il nostro reparto creativo è in grado di trovare la «ricetta» giusta, grazie alla sua esperienza e competenza tecnica.

Ogni fibra ha le sue caratteristiche organolettiche, che possono essere parzialmente modificate con la torcitura e che poi la ri-torcitura potrà ulteriormente modificare anche mescolando più fibre assieme.
Quando percepiamo, ad esempio, che la moda chiede al tessuto un aspetto naturale, possiamo creare effetti rilievo rustici e irregolari, partendo da fili opachi e inserendo fili di lino o canapa; una base di poliestere ne garantirà la resistenza.
Se, invece, la moda ricercherà effetti lucidi, sgargianti e ricchi, allora useremo filati lucidi abbinati a filati opachi o tinti neri così da ottenere un effetto brillante.
O ancora, se il consumatore vorrà il vestito comfort/stretch aggiungeremo ai filati la lycra (elastomero) per dare l’effetto elasticizzato.

Monvania Srl

Via 4 Piccoli Martiri n.11 - 25040 Cividate Camuno (BS) Italia
Tel. + 39 031 450 335 - Fax + 39 031 452 102 - info@filcomo.com
P.IVA e CF 02727670131 - Capitale Sociale: 250.000 Euro i.v.

Certificazioni

OekotexIT
TUV It
Cotton Logo